PRO DOMO Case Vacanza - Turismo Sociale

GRAN SAN BERNARDO D’INVERNO? SI PUÒ

Il Gran San Bernardo unisce Svizzera e Italia: si eleva in un valico frequentemente spazzato dal vento e dalla neve, arrivando a 2472 m.

I Romani, che gli diedero il nome di Mon Jovis, fecero di questo passaggio il principale punto di attraversamento delle Alpi e vi costruirono un tempio per ottenere i favori degli dei.

Le condizioni, qui, sono spesso non facili e la bellezza del paesaggio si riflette anche nell’asprezza selvaggia del suo clima e della montagna: un modo per ritrovare senza dubbio un luogo ancora autentico, che non solo va visitato, ma vissuto profondamente anche nelle sue difficoltà.

Per tutti coloro che praticano sci alpinismo o camminano con le ciaspole, avere al Gran San Bernardo un’opportunità di accoglienza, anche invernale, è fondamentale. Per questo la Pro Domo, attraverso la Casa Don Angelo Carioni, situata a 2.208 mt nel comune di Saint-Rhémy-en-Bosses, sa di giocare un ruolo importante: da sabato 10 Marzo infatti, la casa aprirà tutti i weekend fino a maggio poi da Giugno apertura tutti i giorni per la stagione estiva – cercando così di rispondere alla richiesta di accoglienza di tutti coloro che transitano in questo valico.

L’accoglienza non include solo la possibilità di pernottamento, ma anche un punto ristoro e il servizio di cucina; inoltre, secondo la visione Pro Domo, per cui è fondamentale conoscere un luogo attraverso l’esperienza diretta e non soltanto tramite un passaggio fugace, a richiesta è anche possibile effettuare escursioni con guida nelle principali destinazioni d’interesse, come il Colle del Gran San Bernardo o il Mont Fourchon.

La Pro Domo, insomma, vuole offrire un’opportunità di accoglienza anche a tutti coloro che amano vivere la montagna d’inverno e che desiderano praticare le discipline più disparate con la sicurezza di un porto sicuro dove trovare calore, umanità e condivisione.

GRAN SAN BERNARDO IN WINTER? YES YOU CAN

Gran San Bernardo joins Italy to Switzerland: it is in a mountain pass frequently hit by wind and snow, and it reaches 2472 mt.

The Romans, who named it Mon Jovis, made it the most important crossing point of the Alps and built here a temple for their gods.

Weather conditions are here not comfortable and the beauty of the sceneries is also reflected into the wild roughness of their temperature and the mountains around: for sure, this is a way to discover a still authentic alpin location, that you should not only visit, but truly live through its complexity too.

For the ones who practise ski mountaineering or walk with snow rackets, having at Gran San Bernardo a possible accomodation in winter is essential.

For this reason, Pro Domo, through its Don Angelo Carioni House, in the village of  Saint-Rhémy-en-Bosses, plays an important role: in fact, starting from saturday March 10th, the house will be open every weekend until May – then from June it will be open every day for the summer season – in order to satisfy the need of accomodation of who walks this pass.

The accomodation does not include only overnight, but also a refreshment area and catering; moreover, following Pro Domo’s spirit, that really believes into the importance of knowing a place also through a personal experience and not only by passing it, it is possible to embark on guided day trips to the most interesting destinations of the area, such as the Colle of Gran San Bernardo or Mont Fourchon.

Therefore, Pro Domo aims to offer a possible accommodation also to the ones who love living the mountains during winter and want to practise different winter disciplines, with the certainty of a safe place where finding warmth, friendship and sharing.