PRO DOMO Case Vacanza - Turismo Sociale

IL FESTIVAL LE MOTS DI AOSTA: SE IL TEMA È LUNGIMIRANZA

Segnaliamo con interesse la nona edizione del Festival Le Mots di Aosta, che si terrà nel capoluogo della regione dal 20 aprile al 6 maggio.

La location sarà piazza Chanoux, nel cuore della città, e la rassegna ospiterà un centinaio di eventi culturali: si andrà da incontri con autori, appuntamenti per scuole, attività per famiglie, concerti, letture, spettacoli teatrali e degustazioni di prodotti tipici.

Come ogni anno, il festival cerca di essere attrattiva turistica e allo stesso tempo momento culturale e, come ha spiegato l’assessore regionale alla Cultura Emily Rini, il tema di quest’anno è la “lungimiranza, che non è solo un concetto ma un valore civile e morale, fondamentale in questa fase storica”.

Toccando snodi sociali come malattia, integrazione e volontariato e allo stesso tempo tematiche più leggere come musica, arte e sport, il Festival vuole offrire un momento di riflessione e condivisione.

Tra gli ospiti vi saranno importanti intellettuali come Marc Augé, Gianni Canova, Luciano Canfora e Alessandro Barbero, accanto a protagonisti del mondo dello spettacolo come Pippo Baudo e Paola Turci, garantendo così una proposta trasversale.

Per realizzare questa rassegna, la regione Valle D’Aosta ha destinato circa 237.000 euro.

A chi si troverà ad alloggiare nella casa per ferie Don Angelo Carioni o nella casa San Cristoforo ad Ollomont, consigliamo di fare un salto al Festival Le Mots.

Lo facciamo per due ragioni fondamentali: per prima cosa, crediamo che la scelta di un tema come lungimiranza non sia solo interessante, ma denoti una consapevolezza circa le urgenze sociali e comunitarie e offra l’occasione di ripensare al nostro approccio alle problematiche.

Lungimiranza significa lavorare sul presente rinunciando al “tutto e subito”, ma costruendo qualcosa che le generazioni future potranno ereditare: il no profit ragiona proprio in questa ottica. Le seconda ragione è che crediamo che un territorio che cerca di investire su proposte culturali locali, garantendo un supporto economico, sia una un’inversione di tendenza da premiare.

Insomma, il Festival Le Mots è un altro modo per scoprire questa terra meravigliosa che è la Valle d’Aosta e noi di Pro Domo vi invitiamo a farlo.

LE MOTS FESTIVAL IN AOSTA: IF THEME IS FORESIGHT

We report with interest the ninth edition of the Le Mots Festival of Aosta, which will be held in the regional capital from April 20 to May 6.

The location will be Piazza Chanoux, in the heart of the city, and the exhibition will host a hundred cultural events: we will go from meetings with authors, appointments for schools, family activities, concerts, readings, theater performances and tastings of typical products.

Like every year, the festival tries to be a tourist attraction and at the same time cultural moment and, as explained by the Regional Councilor for Culture Emily Rini, this year’s theme is “foresight, which is not just a concept but a civil and moral value, fundamental in this historical phase “.

Touching social hubs like illness, integration and voluntary work and at the same time lighter issues such as music, art and sport, the Festival wants to offer a moment of reflection and sharing.

Among the guests, there will be important intellectuals such as Marc Augé, Gianni Canova, Luciano Canfora and Alessandro Barbero, alongside protagonists of the entertainment world as Pippo Baudo and Paola Turci, thus guaranteeing a transversal proposal.

To carry out this festival the Valle D’Aosta region has allocated around 237,000.

For those who will be staying in the Don Angelo Carioni vacation home or in the San Cristoforo house in Ollomont, we recommend that you visit the Le Mots Festival.

We do this for two fundamental reasons: first of all, we believe that the choice of a theme as foresight is not only interesting, but also an awareness of social and community needs and offers the opportunity to rethink our approach to problems.

Farsightedness means working on the present by renouncing “everything immediately”, but building something that future generations will be able to inherit: the no profit reasoning precisely in this light. The second reason is that we believe that an area that tries to invest in local cultural proposals, guaranteeing financial support, is a trend reversal to reward.

In short, the Le Mots Festival is another way to discover this wonderful land that is the Valle d’Aosta and we at Pro Domo invite you to do it.